Rosa e assetto tattico

Nel seguente allegato sono esposti sei possibili assetti tattici in relazione alla rosa a disposizione di Montella. Pare evidente come ogni reparto presenti carenze o sovrabbondanze a seconda dei moduli presi in esame.

DIFESA

La difesa a tre (3-4-1-2)(3-5-2)(3-4-3) sembra qualitativamente e numericamente sostenibile dati i sei interpreti (Musacchio, Bonucci, Romagnoli, Zapata, Gomez e Paletta più il baby Gabbia). Una ulteriore risorsa potrebbe consistere nell’utilizzo di Rodriguez nei tre dietro, ma questa soluzione comporterebbe il posizionamento di Antonelli o Calabria da esterno sinistro.

Per la difesa a quattro (4-3-3)(4-2-3-1)(4-3-1-2) la rosa è equilibrata riguardo ai terzini (Conti, Rodriguez, Abate, Antonelli e Calabria) molto abbondante nel settore dei centrali con sei giocatori per due maglie.

CENTROCAMPO e ATTACCO

Il 3-4-1-2 (ma anche il 3-5-2) appare logico e lineare con Calha dietro due punte (o mezzo sinistro nel 3-5-2) e la linea a quattro con Conti – Kessie – Biglia – Rodriguez, ma presenta il complicato collocamento di Suso (vice Chala o seconda punta adattata nel 3-4-1-2 o vice Kessie nel 3-5-2) e di Jack, che potrebbe eventualmente riciclarsi come vice Kessie (o vice Calha nel 3-5-2) e completare il reparto mediani insieme a Locatelli, Montolivo e Zanellato; anche se probabilmente manca un rinforzo.

Il 3-4-3 risolve il dilemma Suso-Jack (esterni d’attacco) ma pone altri dubbi: dualismo Calha-Jack (con qualche dubbio sull’efficacia del turco da ala sinistra) e sovraffollamento per il ruolo di centravanti (Cutrone, Kalinic, Silva). Aspetto che si ripropone anche per il 4-3-3 e il 4-2-3-1

Il 4-2-3-1 è forse il modulo che colloca in modo più razionale le pedine sullo scacchiere. Kessie e Biglia davanti alla difesa con Suso – Calha – Jack dietro alla prima punta, con il possibile utilizzo di Silva nei tre dietro a formare un potenziale 4-4-2

In conclusione, l’utilizzo delle due punte consente un migliore sfruttamento delle risorse offensive (Cutrone, Kalinic, Silva più Borini per due posti). La difesa a tre non si sposa molto bene con le caratteristiche di Suso e Jack, a parte il 3-4-3. La soluzione, alla fine, potrebbe consistere in un Milan camaleontico che cambia modulo a seconda dei giocatori a disposizione dando per scontati infortuni (speriamo pochi), squalifiche e cali di forma.



Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.